Vecchioni – teatro Colosseo, 5 dicembre

In ritardo di una settimana…il concerto di Vecchioni al teatro Colosseo, visto dall’ultima fila della galleria.
Bellissimo. Solo pianoforte, contrabbasso, Vecchioni e canzoni intense. Vere, nell’emozione di essere proposte così scarne, sincere.
E la scelta dei pezzi è stata anche ben studiata, ci ha regalato davvero le più “belle”, nel senso più puro del termine. Voce profonda. Su “La stazione di Zima” ci ha confessato di essersi lui stesso messo a piangere. Io ho avuto gli occhi lucidi per tre o 4 volte, e continui brividi lungo la schiena (che mi davano un sollievo alla psoriasi ormai insopportabile).
Le lettere d’amore.
La viola d’inverno.
La bellezza.
Luci a San Siro.
Prendeva il cuore, il contrario di Jovanotti che con un alto tipo di coinvolgimento ti prende il fisico, lo stomaco, Vecchioni il cuore, il sentimento e il cervello. Parla quasi solo di sè, anche lui, ma è universale. E’ grande.
Le canzoni erano inframmezzate da letture dal suo libro, ovvero favole famose stravolte, cambiate…soprattutto i finali, per renderle più vere. Proprio come il mio vecchio discorso sui finali dei film (e ne ha parlato); che è bello che siano lieti, che tutto si concluda con il bacio, perchè ci serve, peerhcè almeno al cinema le cose è giusto che vadano a posto… Ma non è mai così nella realtà, dove le speranze si sfaldano e spesso ci si ritrova a vivere nel modo più ovvio, più prevedibile.
“Buon Natale”, ha concluso Vecchioni, perchè dire Buon anno a tutti non ha senso…se và bene a uno non può andare bene ad un altro, facendo l’esempio di due uomini che amano la stessa donna.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...