Proprio lì (testo il testo)

Vorrei essere un personaggio pubblico, invece che un personaggio-pubblico (ovvero unico fruitore della mia musica).

Quindi vi rendo partecipi del mio lavoro.

Ho rotto il mio silenzio creativo, con un probabile testo di una prossima meno probabile canzone, non avendo ancora definito una musica all’uopo.

Ho tentato una svolta. Ho fallito, non so se più il tentativo o più il risultato, di certo ho fallito.

E fallire è l’unico obiettivo che raggiungo sempre. Quindi me ne compiaccio.

Vorrei perciò testare se il testo è tosto tastando il terreno resistente dei vostri parsimoniosi commenti.

 

Titolo da definire (accettansi consigli): si pensava Proprio lì (all’incrocio delle acque), o La ragazza e il fiume

 

Proprio lì, dove il fiume si divide

All’incrocio delle acque che chissà perché

Nate da medesima sorgente

È deciso che una svista di terra le separi

proprio lì siede una ragazza di parole rare

aspettando primavera su un trono di rose mancate

Che a vederlo dal lato sbagliato sembra bello

Sembra rosso, giallo, sembra quasi un piedistallo.

 

non s’è mai capito

se è il fiume attorno all’isola a girare

o se è l’isola che lo squarcia e lo risale

ma alla ragazza sembrava d’essere ferma

così và in cerca di una sponda degna a cui lasciarsi andare

La trova dalla parte rigogliosa che và sicura al mare

chè l’altro torrente, lato sbagliato, porta detriti neri d’inchiostro

e come l’inverno, invidia i fiori e non se ne vuole andare

 

infatti con sforzo innaturale

tenta di fermare la sua acqua, un’ultima volta ad ammirare

questa meraviglia dai capelli così veri

e mentre il cielo quasi a festeggiare

sbriciola ricordi e coriandoli chiari

la ragazza rotola sulla riva destra

la usa da specchio per ammirarsi il viso e il petto,

non importa se l’anima resiste e non si lascia afferrare,

a lei basta, liscia la superficie, navigabile e perfetta

saluta l’altra sponda con presunta dolcezza,

chiude gli occhi,

e vi si getta.

 

Proprio lì, rimane vuoto il trono di macerie

E si spera che i torrenti torneranno a unire i corsi

Guizzi rossi di salmoni confermano il silenzio

Nella metà inquinata di torrente mentre cala il sole

Ma è solo un attimo e si torna a scorrere sotto i ponti

Nessuno si avveda del mutato sapore

Acqua e lacrime, per quanto vi riguarda,

hanno lo stesso colore.

 

Grazie della collaborazione.

Annunci

6 thoughts on “Proprio lì (testo il testo)

  1. Francesca ha detto:

    ….una volta qualcuno mi ha detto che le canzoni non possono essere lette, che perdono la loro essenza, che solo la musica le può rendere complete..
    non ricordo bene chi fosse..sicuramente qualcuno si sbagliava.
     

  2. Dario ha detto:

    No, no. Questa persona ha ragione. Infatti io non ho parlato di canzone, ma di testo di canzone. Non esistono i testi teatrali senza teatro? Purtroppo sì. E sul mio blog non potevo pubblicare una canzone cantata, ma solo il suo misero, incompleto, assurdo testo; come foglia senza ramo, salmone senza torrente, tetto senza casa, lampadina senza lampaDario, coperta senza letto, 12 senza 88, la mia autoradio quando non ci 6…
    Dada

  3. Unknown ha detto:

    Certo che sei sprecato qua dentro…
    E poi chi dice che non esiste più la poesia….
    MadBoy 46

  4. UomoPerfetto ha detto:

    Parto con delle scuse, poichè ero convinto di aver lasciato almeno un commento…ero sicuro, anzi lo sono, di aver scritto il commento all’intevento "compleanno di cioccolatina" ma evidentemente non avevo fatto invia ho ho sbagliato qualcosa (che brutta figura per un informatico…).
    Per quanto riguarda i blog, non mi paragono minimamente al tuo, c’è troppa roba e soprattutto troppa roba di un livello superiore a quanto pubblicato da me, ma il mio se pur giovane è un blog pubblico che ho pubblicizzato, mentre il tuo è diventato pubblico solamente da qualche giorno.
     
    Passiamo a questo intervento:
    che dire, sai che adoro le tue canzoni, da quelle allegre o "fint’allegre" a quelle che esprimono gli stati più bassi del tuo animo…questa si inserirà tra le più belle sicuramente una volta completa di toni musicali…bella, malinconica, triste, sentita…vera…e come sempre scritta fin troppo bene, forse troppo bene….basti pensare che i piccioni vincono SanRemo!
    Per il titolo eviterei "proprio lì" per non cadere in una citazione del Ligabue, da ponderare "la ragazza e il fiume"…
     
    per ora scappo, sto lavorando…tornerò…

  5. . ha detto:

    Commenti, ovvero testi su Testi.
    In genere, richiesti di ciò, ce la si cava lenendo gli animi di blande carezze masturbatorie, ma cazzo, io non sono così, lo sai. Nonostante tutto, l’immagine che mi proponi non è male, anche se non proprio originale; non è male, ma stai cantando una sola metafora (o metaforizzando una sola canzone? E com’è possibbile?). Insomma, sei ridondante, ripetitivo, ricalchi solchi che hai già trattato, e ripetere è accessorio, superfluo, pleonastico (per pleonasmo si intende quella figura grammaticale o retorica con la quale, in cerca di maggior chiarezza, eleganza, energia per il discorso, si aggiungono concetti non strettamente necessari e apparentemente inutili per spiegare qualcosa che il lettore ha inesorabilmente già capito). A parte gli scherzi, non oso commentare alcunché; sappi giusto che ho visto (qualcosa), ho capito (qualcosa meno), ma quel poco che ho capito e visto, o Dario, mi piace. (vd. inizio)

  6. Luca ha detto:

    …la storia siamo noi….siamo noi questo piatto di grano…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...