Capitolazione POSTmoderna dei Be-folk (Be-Flop)

Capitolo 1. Se vinciamo.
Marco dice di no. Basta suonare a cazzo. Io Martedì non ci sono. I motivi, Dà, li sai. I motivi, Marco, li so.
Che faccio? Ci hanno chiesto di replicare, in caso di vittoria alle elezioni, per festeggiare. A me piacerebbe.
Panet la chiama assuefazione da palco: ci piace lasciarci ascoltare, come tanti suonatori Jones, "per un fruscio di ragazze a un ballo, per un compagno ubriaco".
Ma Marco ha ragione, bisogna fare le cose per bene. L’illumismo è ora che soppianti il romanticismo.
Siamo piaciuti, però, venerdì. Per questo ci chiedono di replicare.
Che faccio.
zzzzzzzzzzzzzzz…il bordone attacca il suo lamento soffuso.
 
Capitolo 2. Ricordi.
Baffo, le riprese del concerto fanno pena. La modalità "ripresa notturna" che hai inavvertitamente inserito ha reso tutto meravigliocamente chiaro. Manco avessimo suonato al cospetto di Dio.
Le foto non sono male. Grazie a Fabio uomoperfetto. Le migliori sono consultabili su questo blog nella sezione all’uopo destinata. 

 

Capitolo 3. Il concerto di venerdì per il centro-sinistra.
Le bandiere, un senso di appartenenza che non ti appartiene del tutto, ma per quanto mi riguarda mi appartiene abbastanza, qualche amico, i comizi che interrompono ogni 4, 3 , 1 pezzi, e gli amici che se ne vanno, un inizio da dimenticare, con i problemi tecnici del caso, poichè l’impianto è il mio e non è adatto per suonare in piazza, e io non sono adatto a fare da tecnico del suono se mi dicono che l’inizio è alle 18 e alle 17,30 spingono per cominciare, se tra tutti gli strumenti miei non riesco a pensare a tutti gli strumenti anche degli altri.
Quando finisce il comizio più importante, l’ultimo, anche gli organizzatori se ne vanno, smontando il gazebo con le bandiere. Rimangono 4 amiche, e qualcuno preso bene per il nostro repertorio, e magari anche per come lo presentiamo, chi lo sa. Ci fai il treno di Guccini? urlava il signore anziano con la bandiera. E si improvvisa una locomotiva a pugni alzati e a strofe amputate.
Ci si diverte.
La gente sparisce.
Facciamo Volta la carta e ce ne andiamo?
Il sole che calava già, le amiche salgono sul palco con noi, e c’è una donna che semina il grano, volta la carta e si vede il villano seduto su una panchina, che non so che viso avesse e neppure come come si chiamava, ma aveva la barba lunga (lui, non la panchina), e la piazza è deserta con la luce dei lampioni che si riflette sulla strada lucida, e io seduto o non seduto faccio sempre la mia parte con la fisa sulle spalle e il sorriso che è bello pensare che dove finiscano le mie dita debba per forza incominciare una chitarra.
Che bello, ragazzi. Palco. nessuno davanti. Non mi era mai capitato. Di solito 4 coppie di anziani che ballano le ho sempre viste. Nessuno, solo la statua ai caduti per la Libertà e un tipo con la barba lunga che batte il tempo con il piede sinistro. Marco ipotizza Dio. E io vorrei credergli. Sarebbe curioso che anche Dio a sto giro appoggi il centro.sinistra, e sarebbe curioso che gli piaccia l’ultima canzone che abbiamo fatto, ovvero la mia "stupida" CioccoLatina.
Dai , andiamo al cine dai, riccioli castani che siedi sul palco ac-canto a me, e forse non ti ricapiterà mai più, di cantare con Dario De Seppo su un palco una tua, scusa, mia canzone.
E Poi una richiesta di Dio, Pink Floid. Io non la so. Attaccano Panet e Marco. Mio padre incazzato stacca la corrente, che dovevamo chiudere mezz’ora fa.
Dio ci saluta, e non è un buon segno.
Si smonta.
E’ stato bello. Lo rifarei.
 
 Capitolo 4. Il bordone

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
 
Capitolo 5. Le discussioni del BierKeller.
Il BierKeller il sabato notte è adeguato alle discussioni.
Siamo romantici come dei cineasti neorealisti. Però loro erano dei geni. Così, come loro, facciamo pochi film e scriviamo molte parole su questi pochi film, e ragioniamo, e sottoscriviamo manifesti programmatici, e ci sciogliamo, e ci riuniamo, e abbiamo voglia e non abbiamo tempo, e le canzoni sono vecchie, e il pubblico non può apprezzare i cantautori, ma li apprezza, e suoniamo male, e siamo scoordinati e abbiamo troppe idee, troppi strumenti, poche prove, poche motivazioni, molti sogni, poco realizzabili, pochi mezzi, poco utilizzabili.
Però io ho voglia di suonare. Egocentrismo? Certo.
Che faccio martedì? Vado da solo, o con Panet e Gioino, magari con Ale che ritorna. Ma senza Marco non sarebbe la stessa cosa. Anima fondamentale dei Be-Folk, testa alta e basso tosto, è ora di fare le cose seriamente, tanto occasioni per suonare ne avremo quante ne volete.
Ma martedì, Dà, io non vengo. Lo sai perchè.
E torno a casa alle 4 e mezza di notte, saluto Marco dispiaciuto, forse per aver messo in mezzo mio padre. Entro in casa, il bordone attacca a girare nel silenzio. Quando tutto il resto è zitto. E ti buca la testa.
zzzzzzzzzzzz
 

 Capitolo 6. Scusa, per il cinema.

Che stupido, sono stato. Mi inginocchio implorando perdono.

 

Capitolo7. Citazioni rubate.
Il capitolo 3 è altamente infiammabile. Tenere lontano dalla portata degli ispettori SIAE.
 
 
Capitolo 8. La rinascita.
Forse si intende concludere la parabola dei be-folk, per iniziarne un’altra. E il finale a piazza vuota sarebbe stato significativo.
Ma iniziare cosa?
Abbandonare i cantautori per creare qualcosa di nuovo? Ok. Ma ci vuole testa.
 

Capitolo 9. ZZZ
Il bordone sta girando.
 
Capitolo 10. Fine.
Non ho ancora deciso se martedì andare da solo, o con Gioino, Panet e Ale, o dire che non ci siamo.
Odio dover prendere decisioni affrettate anche per altre persone. Odio dover prendere decisioni affrettate. Odio dover prendere decisioni. Odio dovere. Oddio. Devo prendere una decisione affrettata per me e per i miei amici.
Rileggo.
Pubblico.
Mi butto sulla tesi.
Giovedì rivedo la ragazza con gli occhiali timidi e il sorriso e la voce riccia e castana.
Vado a votare.
Speriamo di vincere.
Vado a votare.
Se perdiamo, mi consolo col fatto che non dovrò prendere decisioni per me e per i miei amici.
Bah.
Egocentrismo puro.
ZZZZZZZZzzzzzzz……..

 
 
Annunci

5 thoughts on “Capitolazione POSTmoderna dei Be-folk (Be-Flop)

  1. Bafio ha detto:

    Oddio! (e l’esclamazione non è a caso…)
     
    Ma allora Marco aveva ragione! Quel misterioso uomo con la barba sulla panchina potrebbe davvero essere Dio!
     
    E la ripresa notturna mica l’ho messa io…anzi nn c’era proprio, quello era Dio!
     
    E le riprese fanno schifo xchè Dio mica me l’ha detto che c’era!
     
    Dio! A un concerto dei Be-Folk!
     
    Dio! A sentire cioccolatina!
     
    Dio! A votare Ds!
     
    Dio!
     
     
     
     

  2. Una voce ha detto:

    Se perdiamo… e se vinciamo? Che succede, se vinciamo?
    Mi sa che è un gran casino comunque: ho votato di buon mattino ma con addosso la sgradevole sensazione che, anche se vinceremo, non riusciremo ad esprimere un governo che duri quanto quello precedente…
     
    Mah, vabbé, pessimismo del lunedì mattina: qui il cielo e grigio e tira vento…
     
    Un bacio e ottima giornata

  3. UomoPerfetto ha detto:

    E adesso che farete? Io non la considero una vittoria…anzi…preparo le valige e mi trasferisco a Barcellona…

  4. Una voce ha detto:

    Neanche io la considero una vittoria caro UomoPerfetto (MA DAI? NE ESISTONO???)…
     
    M’è rimasto l’amaro in bocca, anche se i voti degli italiani all’estero sono stati una bella sorpresa (io pensavo votassero Tremaglia in blocco!!!).
     
    Caro Dario, ho vinto ma mi sento come se avessi perso, è grave?
     
    Per chiudere, ti ricorderei che:
     
    LA STORIA SIAMO NOI, NESSUNO SI SENTA ESCLUSO… LA STORIA NON HA NASCONDIGLI, LA STORIA NON PASSA LA MANO…
     
     

  5. Luca ha detto:

    una vittoria che sa di sconfitta…che peccato…
    ma è pur sempre una vittoria…ho fiducia in prodi e negli altri leader…speriamo…
     
    …siamo noi questo piatto di grano…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...