Baccalà

I giorni di festa hanno significati rituali antichi e rinnovati cui ci sfugge il senso originario, e il loro mistero potente che accompagna da sempre la vicenda umana ci impone a volte di guardarci dentro e poi più in là del contingente. Così il Carnevale sovversivo, così la rinascita primaverile della Pasqua, così le sagre e i balli di fine estate, così il profondo sonno invernale sul crinale dell’anno.

Questo mio Natale mi pone domande, più che scelte (limitate per la mia generazione), spalanca una finestra gelida verso l’ignoto e poi la richiude subito. Non sono soddisfatto pienamente di quello che ho fatto, sento che devo dare ancora molto alle persone che mi stanno vicino e alle cose che faccio. La musica non è una strada, così mi dicono i saggi e i profeti della normalità. Volevo essere diverso, ma diverso da cosa? Posso continuare a suonare lo stesso, magari fare anche cose belline. Ma alla fine non ho combinato niente di importante, ormai vicino ai 30.

Dalla finestra, per un secondo, ho visto un futuro tranquillo, un lavoro da persona per bene, una serata tra amici, una chitarra (la fisa è in soffitta da tempo), e “ti ricordi quando suonavamo nei locali? era bello, ci pagavano una miseria, una volta sono stato sul palco con Nada, e poi ho conosciuto quel cantautore quando non era ancora famoso, eravamo giovani, poi il disco non l’ho mai fatto, non avevo i soldi, ora sì, ma non ho tempo, oh si è fatto tardi…”

Vi auguro un Natale sereno, il calore degli affetti, un anno imprevedibile, tutto quello che per me si può racchiudere in pochi accordi dissonanti e nei 3 chili di baccalà alla messinese che mi aspettano tradizionalmente per cena.

Annunci

One thought on “Baccalà

  1. Richard ha detto:

    Grazie per l’ottimismo che sei riuscito a trasmettere con questo post! -_-‘

    Comunque, se tu sei preoccupato per non aver combinato nulla alla soglia dei 30 anni allora che cosa dovrebbe fare quella gente che NON HA DAVVERO MAI FATTO NULLA E CHE NON HA INTENZIONE DI FARE NULLA ANCHE IN FUTURO? (se ti guardi intorno ne vedi che la metà bastano)

    Vatti a mangiare quel baccalà, comincia a fare una cosa buona!

    Auguri!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...